Site Loader
fase 2 alberghi

Orientamenti provvisori aggiornati al 31 Marzo 2020.

Diversi paesi hanno dimostrato che la trasmissione COVID-19 da una persona all’altra può essere rallentata o, addirittura, interrotta. Questo documento è stato preparato sulla base delle prove attualmente disponibili sulla trasmissione della malattia da coronavirus 2019 (COVID-19) (trasmissione da uomo a uomo principalmente attraverso le goccioline respiratorie o il contatto diretto con una persona infetta) ed è sviluppato per garantire che il settore alberghiero sia in grado di proteggere la salute del suo personale e clienti.

Il documento è indirizzato a strutture ricettive turistiche collettive quali alberghi e strutture analoghe, alloggi per vacanze, bed & breakfast, campeggi ed altri analoghi. Si tratta di una traduzione revisionata del testo ufficiale dell’OMS disponibile da scaricare in lingua originale dal seguente link: Misure OMS C

I fornitori privati di alloggi turistici sono invitati a seguire per quanto possibile le linee guida operative. 

Inoltre, il documento aiuterà tutte le autorità coinvolte nella sanità pubblica a rispondere a un evento di sanità pubblica in alberghi e strutture ricettive turistiche. Le misure proposte dovrebbero essere riesaminate di tanto in tanto, in base al contesto locale, al dipartimento di salute del territorio ed alle linee guida proposte dall’ OMS, di cui questo testo fa parte.  

Le misure di prevenzione comprendono l’igiene regolare, evitando il contatto con occhi, naso e bocca, una accurata e completa pulizia delle mani e l’allontanamento sociale. Nelle aree pubbliche, la pulizia e la disinfezione di oggetti e superfici spesso toccati possono contribuire a ridurre il rischio di infezione.

Specifiche del settore ricettivo turistico

Gli alberghi e le strutture ricettive turistiche non sono più esposti al contagio di altri enti pubblici visitati da un gran numero di persone che interagiscono tra loro e con i dipendenti.Tuttavia, sono luoghi dove gli ospiti soggiornano temporaneamente in stretta convivenza e dove c’è un alto grado di interazione tra ospiti e lavoratori.

Sono proprio questi aspetti, l’accoglienza degli ospiti e i servizi che comporta (cibo e bevande, pulizia, organizzazione dell’attività, ecc.) e le interazioni specifiche di queste strutture (ospiti, personale) che richiedono un’attenzione specifica. Ogni membro del personale deve rispettare rigorosamente le misure protettive di base contro il COVID -19 raccomandate dall’OMS, come l’igiene delle mani, l’allontanamento fisico, evitare di toccare gli occhi, naso e bocca, e di prestare attenzione al consiglio di rimanere a casa e rivolgersi al medico se hanno sintomi coerenti con la malattia].

Team di gestione

La direzione dello stabilimento dovrebbe adottare un atteggiamento responsabile per affrontare la minaccia per la salute del COVID-19 e nominare, dunque un TEAM di GESTIONE interno oppure esterno all’azienda.

Piano d’azione

Il team di gestione, in cooperazione con l’autorità sanitaria locale, l’Hotel, il Ristorante, e le associazioni di categoria preposte dell’industria e del turismo dovrebbero stabilire un piano d’azione adeguato alla situazione e attuarlo conformemente alle raccomandazioni delle autorità sanitarie pubbliche locali e nazionali al fine di prevenire i casi, di gestire efficacemente eventuali casistiche, e attenuare gli effetti di un caso accertato all’interno della struttura.

Mobilitazione delle risorse

Il gruppo di gestione dovrebbe mettere a disposizione risorse umane ed economiche sufficienti per garantire che il piano d’azione possa essere attuato rapidamente ed efficacemente. Il piano d’azione dovrebbe comprendere anche la fornitura di attrezzature e procedure, sviluppate in collaborazione con le autorità sanitarie locali, per la gestione di casi sospetti  e dei loro possibili contatti.

Vigilanza

L’attuazione del piano d’azione e l’efficacia delle misure intraprese dovrebbero essere valutate frequentemente per verificare la conformità, individuare e correggere le lacune e adattare il piano all’esperienza pratica. Un’Equipe di crisi che coinvolge i membri di ciascun dipartimento competente può supportare la Direzione nell’attuazione del piano d’azione e nella tempestiva individuazione degli adeguamenti necessari.

È necessario prestare attenzione a qualsiasi aumento insolito dell’assenteismo dei lavoratori, in particolare a causa di infezioni respiratorie acute, eventualmente causate dal COVID-19.

Diario di bordo delle azioni

È consigliabile tenere un registro delle azioni e delle misure importanti realizzate e registrarle in modo sufficientemente dettagliato (ad es. data e ora in cui è stato utilizzato un disinfettante, da chi, dove, ecc.).

Comunicazione

È opportuno mantenere la comunicazione tra la direzione e il personale, anche attraverso i responsabili dei vari servizi, al fine di definire una politica di informazione per gli ospiti, nonché di fornire rapidamente e ottenere informazioni sugli incidenti che possono verificarsi nello stabilimento e di conoscere lo stato della situazione in ogni momento.Brevi documenti o manifesti informativi possono amplificare i messaggi chiave tra gli ospiti e il personale, tra cui la promozione del lavaggio delle mani (almeno 20 secondi, tutte le parti della mano), l’igiene respiratoria, e la tosse etichetta.Gli opuscoli ufficiali sulla prassi igienica di base e il COVID-19, in diverse lingue, potrebbero essere utili strumenti di informazione.

La formazione e le informazioni

La direzione dovrebbe informare tutto il personale delle misure da adottare e delle misure che potrebbero proteggere la loro salute e quella di altri, compresa la raccomandazione di rimanere a casa e chiedere assistenza medica se hanno sintomi respiratori, come tosse o mancanza di respiro.

Ricevimento e servizio di portineria

Il personale addetto alla reception deve essere sufficientemente informato in merito al virus COVID-19 in modo da poter svolgere in modo sicuro i compiti assegnati e impedire la possibile diffusione del COVID-19 all’interno dello stabilimento. Il personale dovrebbe essere in grado di informare gli ospiti che chiedono informazioni sulla politica dell’istituto in termini di misure preventive stabilite o altri servizi che gli ospiti possono richiedere (ad esempio, servizi medici e farmaceutici disponibili nella zona o nello stabilimento stesso).

Essi dovrebbero anche essere in grado di consigliare agli ospiti con sintomi respiratori di rimanere nelle loro camere fino a quando non sono visitati da un medico ed il team di gestione dovrebbe organizzarsi immediatamente  per fornire raccomandazioni di igiene di base o di strumenti di supporto quando richiesto.

Il personale della reception deve prendere tutte le precauzioni necessarie, compreso l’allontanamento fisico. Dovrebbero essere disponibili informazioni ufficiali aggiornate sui viaggi da e verso paesi o zone in cui il COVID-19 si sta diffondendo. Il personale della reception dovrebbe avere familiarità con la politica di occupazione delle camere per gli accompagnatori in caso di sospetto caso di COVID-19. L’ultima definizione di caso sospetto di COVID-19 può essere trovata sul sito web dell’OMS.

La reception deve disporre immediatamente dei numeri di telefono delle autorità sanitarie, dei centri medici, degli ospedali pubblici e privati e dei centri di assistenza, da utilizzare ogniqualvolta vi sia la possibilità che un ospite si ammali.

Attrezzature necessarie e kit medico alla reception

Anche se l’uso di maschere non è raccomandato per il pubblico come misura preventiva, ma solo per coloro che sono malati con sintomi COVID-19 o che si prendono cura di loro, la reception dovrebbe avere un kit medico che comprende i seguenti elementi:

  • Disinfettante germicida/salviette per la pulizia di superficie Tessuti.
  • Maschere viso/occhio (separate o combinate, schermo facciale, occhiali).
  • Guanti (usa e getta)
  • Abito a maniche lunghe a tutta lunghezza
  • Misure sociali di allontanamento, pulizia delle mani e igiene respiratoria

Le misure di allontanamento sociale, insieme alla frequente igiene delle mani, sono le misure principali per prevenire la trasmissione di COVID-19. Anche se è probabile che gli ospiti hanno già familiarità con queste misure, dovrebbero essere ricordati come una forma di ospitalità.

L’allontanamento sociale comprende l’astenersi dall’abbracciare, baciare o stringere la mano sia agli ospiti che al personale. Si tratta di mantenere una distanza di almeno 1 m (3 ft) ed evitare chiunque stia tossendo o starnutendo. Igiene delle mani significa pulire regolarmente e accuratamente le mani con acqua e sapone per almeno 30 sec oppure con un gel a base di alcool strofinando per bene. Evitare inoltre di toccare occhi, naso e bocca. La disinfezione manuale è indicata dopo ogni scambio di oggetti (denaro, carte di credito) con gli ospiti.

Monitoraggio degli ospiti che potrebbero essere malati

Nel rispetto delle norme in materia di protezione dei dati personali e del diritto alla privacy, è consigliabile monitorare gli ospiti potenzialmente malati nello stabilimento.

 

Il personale addetto alla reception deve prendere nota di tutti gli incidenti di cui è a conoscenza utilizzando un questionario (si veda l’allegato 1 di un questionario campione), come le richieste di visite mediche.

Queste informazioni aiuteranno gli ospiti attraverso una consulenza adeguata, facilitando la diagnosi precoce, e la gestione rapida dei casi sospetti con le autorità sanitarie locali.

Il personale della reception deve trattare con discrezione tutte queste informazioni, lasciando alla direzione e ai servizi medici il compito di valutare la situazione e prendere le decisioni appropriate.

Servizi tecnici e di manutenzione

È necessario mantenere la concentrazione di disinfettante nell’acqua per il consumo e in piscine o centri termali entro i limiti raccomandati secondo le norme e gli standard internazionali, preferibilmente al massimo  limite consentito per quello specifico prodotto. 

Il corretto funzionamento delle apparecchiature di lavaggio e lavanderia dovrebbe essere controllato, in particolare le temperature di funzionamento, nonché il corretto dosaggio delle sostanze chimiche di pulizia e disinfezione.

Sebbene il COVID-19 non sia trasmesso per via aerea ma da persona a persona attraverso piccole goccioline dal naso o dalla bocca quando una persona infetta tossisce o espira, occorre prestare attenzione, come in circostanze normali, monitorare lo stato dei filtri e mantenere il tasso di ricambio adeguato dell’aria interna.

Controlli regolari dovrebbero essere effettuati per garantire il corretto funzionamento dei distributori di sapone e delle soluzioni di disinfettante, degli essiccatori manuali, dei distributori di tessuto monouso e di altri dispositivi simili.

 

Il piano d’azione dell’hotel dovrebbe includere l’installazione di unità per erogare gel disinfettante nelle diverse aree dell’hotel, compresi i bagni pubblici utilizzati dagli ospiti e dal personale, e altre aree di interesse (ad es. ingresso alla sala da pranzo, ristoranti e bar).

 

Ristoranti, sale da pranzo e bar

Ristoranti, colazione, sala da pranzo e il personale del bar dovrebbero eseguire igiene personale (frequente lavaggio regolare, igiene tosse) il più rigorosamente possibile.

All’ingresso e all’uscita dal ristorante, dalla colazione o dalla sala da pranzo, è opportuno ricordare agli ospiti di disinfettarsi le mani con il gel disinfettante, preferibilmente collocato all’ingresso di tali strutture.

Al buffet, gli ospiti dovrebbero evitare di maneggiare il cibo.

Se necessario, cambiare pinze e siviere più frequentemente, lasciando sempre questi articoli in contenitori separati.

Pulire e disinfettare le superfici del buffet dopo ogni servizio.

Le macchine per il caffè, le macchine per la soda e altre, in particolare le parti più a contatto con le mani degli utenti, devono essere pulite e disinfettate almeno dopo ogni servizio e più spesso se necessario.

Tutti i piatti, le posate e i bicchieri devono essere lavati e disinfettati in una lavastoviglie, compresi gli oggetti che non sono stati utilizzati, in quanto potrebbero essere stati a contatto con le mani degli ospiti o del personale.

Quando possibile, si raccomanda di avere un massimo di 4 persone per tavolo con una distanza accurata.

I tavoli devono essere disposti in modo tale che la distanza tra lo schienale di una sedia e lo schienale di un’altra sedia sia superiore a 1 m di distanza l’uno dall’altro e l’altro da una distanza di almeno 1 m.

 

Aree ricreative per bambini

Sebbene le prove attuali indichino che la maggior parte dei bambini sembra sviluppare sintomi respiratori meno gravi del COVID-19, vi sono segnalazioni di bambini infettati dal COVID-19 che hanno sviluppato malattie gravi o critiche e alcuni bambini sono morti.

I responsabili dei bambini devono essere vigili per qualsiasi segno di malattia respiratoria e informare immediatamente i genitori del bambino e la gestione di tale circostanza.

A seconda del contesto locale, compreso il numero di bambini e l’istruzione delle autorità sanitarie nazionali, si dovrebbe prendere in considerazione la chiusura delle aree ricreative per i bambini. In ogni caso, a tali strutture devono essere applicati protocolli speciali di pulizia e disinfezione.

Anche in assenza di casi di COVID-19 nello stabilimento, si raccomanda di migliorare i servizi igienici.

Occorre prestare particolare attenzione all’applicazione di misure di pulizia e disinfezione nelle aree comuni (bagni, sale, corridoi, ascensori, ecc.) come misura preventiva generale durante l’intera epidemia di COVID-19.

Occorre prestare particolare attenzione agli oggetti che vengono toccati frequentemente, come maniglie, pulsanti dell’ascensore, corrimano, interruttori, pomelli, ecc. Il personale di pulizia dovrebbe essere istruito di conseguenza.

Nell’ambito del piano d’azione per la struttura ricettiva turistica COVID-19, dovrebbe essere previsto un piano speciale di pulizia e disinfezione per le situazioni in cui vi sono ospiti malati o dipendenti che soggiornano nello stabilimento o identificati con COVID-19 entro pochi giorni dopo aver lasciato lo stabilimento.

Per i locali o le aree specifiche esposte ai casi COVID-19 occorre applicare quanto segue:

Tutte le superfici che si sporcano con secrezioni respiratorie o altri liquidi corporei della persona malata, ad es. servizi igienici, lavandini e bagni devono essere puliti con una soluzione disinfettante per uso domestico regolare contenente 0,1% ipoclorito di sodio (cioè, equivalente a 1000 ppm).

 

Quando l’uso di candeggina non è adatto, ad es. telefono, telecomando, maniglie delle porte, pulsanti nell’ascensore, ecc. allora si può usare alcool al 70%. • Quando possibile, utilizzare solo materiali di pulizia monouso. Scartare qualsiasi apparecchiatura di pulizia fatta di panni e materiali assorbenti, ad es. strofinaccio e strofinacci panni. Quando pertinente, disinfettare correttamente…

Gli articoli usati devono essere manipolati in modo appropriato per attenuare il rischio di trasmissione potenziale. Gli articoli monouso (asciugamani, guanti, maschere, tessuti) devono essere collocati in un contenitore con coperchio e smaltiti secondo il piano d’azione dell’hotel e le normative nazionali per la gestione dei rifiuti.  In generale, le aree pubbliche in cui un caso sospetto è passato o ha trascorso del tempo non necessitano di particolari attenzioni, se non quelle indicate precedentemente.

Il personale addetto alle pulizie deve informare la direzione o la reception di eventuali incidenti pertinenti, compresi eventuali ospiti malati nelle loro camere. Ovviamente, devono trattare tutte queste informazioni con discrezione.

Il personale addetto alle pulizie deve essere addestrato all’uso e dotato di dispositivi di protezione personale come indicato di seguito: – Guanti – Camici monouso – Scarpe chiuse – Se si effettuano procedure che generano spruzzi (ad es. durante il lavaggio delle superfici), aggiungere la protezione del viso con uno scudo viso e grembiuli impermeabili. Essi devono inoltre avere accesso a disinfettanti sufficienti…

Per le ulteriori misure da seguire si prega di scaricare il seguente documento: WHO-2019-nCoV-Hotels-2020.1-eng oppure di rivolgersi al sito internet dell’OMS. 

Spread the love

One Reply to “Considerazioni per la gestione del COVID-19 nel settore alberghiero”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianSpanish