Site Loader

Anche l’amicizia è un affetto stabile? Sì, lo afferma il vice Ministro della Salute

Il viceministro della Salute Salute Pierpaolo Sileri ha confermato che tra gli affetti stabili, che si potranno incontrare a partire dal 4 maggio, rientrano anche le amicizie sempre nel rispetto delle misure di sicurezza anti-Covid: “Se è considerato un amico vero e non è una scusa. Serve il buonsenso, questo è un periodo di transizione, servono le regole per far capire che non è un liberi tutti”

Via libera all’incontro tra amici nel rispetto delle misure di sicurezza per evitare il contagio da Covid19.. Anche un amico, infatti, può essere considerato un “affetto stabile” e quindi si potrà andare a trovarlo dopo il 4 maggio: lo ha affermato il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri intervenendo alla trasmissione di Radio Rai1 “Un Giorno da Pecora”. Anche un’amicizia può essere un affetto stabile, come un fidanzato – ha spiegato Sileri – se è considerato un amico vero e non è una scusa.

Se io incontrassi un amico caro ora, dopo tre mesi, lo abbraccerei e ci scapperebbe pure una lacrimuccia. Serve il buonsenso, questo è un periodo di transizione, servono le regole per far capire che non è un liberi tutti. Qualche consiglio? Il metro va bene, ma se è di più è meglio, questo se non hai la mascherina. Mentre all’aperto il rischio di contagio è più improbabile, ma la medicina è fatta di probabilità, ha sottolineato il viceministro”

da Fanpage.it

Nel DPCM del 26 aprile 2020 firmato da Conte, si annuncia l’inizio della fase 2 dell’emergenza in corso, con un primo allentamento delle misure restrittive per evitare un’ulteriore diffusione della pandemia. Il testo prevede la possibilità, a partire dal 4 maggio, di incontrare alcune persone al di fuori delle urgenze, dei motivi di salute e di quelli lavorativi. In particolare si legge che “sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute e si considerano necessari gli spostamenti per incontrare congiunti purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate protezioni delle vie respiratorie”. Secondo questo provvedimento, quindi, sarà possibile incontrare i congiunti.  Nei giorni scorsi Palazzo Chigi aveva specificato in questa categoria rientrano i fidanzati, le fidanzate e tutti quelli che vengono definiti “affetti stabili”, così come le amicizie. Ma è necessaria sempre cautela. Secondo Sileri infatti è possibile che i casi tornino a crescere dopo l’allentamento del lockdown. “Lo vedremo fra un paio di settimane – ha spiegato – ma è molto probabile”.

info@bbtravel.it

Guarda anche:

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianSpanish